#Excel – Come controllare il valore di una cella con la “Finestra controllo celle”

Alcune volte delle utilissime funzioni rimangono nascoste così bene tra le tante che ci offre Excel da non ottenere mai il riconoscimento che meritano. Questo è il caso della “Finestra controllo celle”.

Se siamo soliti lavorare su file Excel con molte formule disposte in numerose righe e/o colonne, molti fogli o addirittura diverse cartelle di lavoro collegate tra di loro sappiamo benissimo quanto sia frustrante dover scorrere in lungo e in largo alla ricerca della cella in cui è stata inserita la formula il cui risultato vogliamo monitorare.

Sarebbe splendido se esistesse un modo per controllare tutte queste celle in una finestra separata, in modo da averle sempre sott’occhio man mano che i dati vengono modificati… Ma un modo c’è: è la “Finestra controllo celle”, inserita in Microsoft Excel a partire da Excel XP (2002).

Come usare la “Finestra controllo celle”

Supponiamo di avere una cartella di Excel composta di 2 fogli che utilizziamo per verificare il piano di ammortamento di un prestito che abbiamo chiesto in banca. Il primo foglio viene utilizzato per l’immissione dei dati, mentre il secondo sviluppa il piano di ammortamento sulla base dei parametri inseriti nel primo.

Ma noi vogliamo evitare di spostarci da un foglio all’altro continuamente mentre eseguiamo le nostre simulazioni. Ecco come fare:

Finestra controllo celle 

Certamente questo è un esempio ideato a fini didattici e quindi volutamente semplice, ma nella realtà l’utilità di questa funzione può risultare ancora più evidente. In ogni caso i passaggi da eseguire sono i medesimi:

  1. Selezionare la cella che si desidera monitorare (è anche possibile selezionare più celle contemporaneamente utilizzando il tasto Ctrl oppure trascinando il mouse se sono contigue);
  2. Andare nella scheda FORMULE della barra multifunzione di Excel e cliccare sul pulsante “Finestra controllo celle” situato nel gruppo “Verifica formule”;
    Finestra controllo celle
  3. Cliccare sul pulsante “Aggiungi controllo cella…”;
    Finestra controllo celle3
  4. Cliccare su “Aggiungi”. La cella è ora monitorata dalla “Finestra controllo celle”.

Punti di attenzione

  1. Se chiudete la “Finestra controllo celle”, potete comunque riaprirla, sempre cliccando sul pulsante omonimo presente nella scheda FORMULE della barra multifunzione di Excel. Le celle monitorate saranno sempre lì al loro posto;
  2. E’ possibile eliminare il monitoraggio di una cella cliccando sul pulsante “Elimina controllo” della “Finestra controllo celle”;
  3. Se volessimo monitorare velocemente tutte le celle su un foglio di lavoro in cui sono presenti formule potremmo operare come segue:
    • Nel gruppo “Modifica” della scheda HOME fare clic su “Trova e sostituisci”. Quindi su “Vai a formato speciale” e infine su “Formule”;
    • Oppure più semplicemente fare clic su “Trova e sostituisci” e infine su “Formule” 
      Finestra controllo celle4
  4. Le celle che contengono riferimenti esterni ad altre cartelle di lavoro vengono visualizzate nella barra degli strumenti “Finestra controllo celle” solo quando la relativa cartella di lavoro è aperta;
  5. Excel sposterà la finestra in un’altra posizione se questa occupa spazio visivo nelle celle dove avete posizionato il cursore;
  6. Se preferite, è possibile trascinare la “Finestra controllo celle” su un lato della nostra cartella di Excel in modo da ancorarla. Così facendo non dovremo gestire la finestra flottante e in alcuni casi potremo recuperare spazio prezioso. 
    Finestra controllo celle2

Se lavorate con file Excel di notevoli dimensioni, la “Finestra controllo celle” sarà sicuramente in grado di migliorare la vostra produttività, facendovi concentrare sulle cose importanti ed evitandovi di perdere tempo cercando celle su Excel.

LEGGI:  #Excel - 3 modi per cambiare maiuscole e minuscole in Excel

Copyright © 2014-2017  Office Academy. Tutti i diritti riservati.
Vai alla barra degli strumenti